Bruno Munari – Mostra del centenario dalla nascita

A Milano, alla Rotonda di Via Besana, tutti i giorni tranne il lunedì dal 25 Ottobre fino 10 Febbraio sono in mostra le opere, iBruno Munari progetti e le idee di Bruno Munari.
La mostra celebra il centenario dalla nascita di una delle personalità più importanti della cultura del XX secolo.
Architetto, designer, pittore, pedagogo, impossibile definire ed etichettare il talento ed il genio di Munari quindi forse la cosa più facile, visto che “ognuno conosce un Munari diverso” è riferirsi alla sua autobiografia:
Munari è…

  • Quello delle macchine inutili,
  • quello dei libri illeggibili,
  • quello delle forchette parlanti,
  • Quello del Portacenere cubico,
  • Quello delle Xerografie originali,
  • quello della grafica editoriale Einaudi
  • …..

e quello di tantissime altre cose..La mostra costa 7€ per gli adulti, 5€ il ridotto ed è totalmente gratis per i bambini sotto i sei anni. Di per sè la mostra non è rivolta ai bambini ma la semplicità e la leggerezza delle opere di Munari la rendono una bellissima esperienza da condividere con i genitori. Inoltre per i bambini ci sono i laboratori artistici secondo il metodo Munari svolti dall’Associazione Bruno Munari.

Il percorso espositivo è organizzato per aree tematiche non cronologiche quindi troviamo insieme opere di discipline e di epoche diverse ma messe in relazione dall’estro creativo di Munari ed è proprio questo aspetto che rende la mostra molto interessante e non necessariamente rivolta ad appassionati e/o addetti ai lavori di architettura design o comunicazione.

Infatti la capacità di Bruno Munari di spaziare e di mettere in relazione grazie ad un’unica e particolare attività progettuale discipline normalmente molto distanti fra loro, cosi come le differenze nel suo stile sempre al passo con i tempi e spesso anticipandoli (la sua produzione va dagli anni venti fino ai ’90!) e soprattutto la sua ironia, la fantasia e la voglia di raggiungere il limite delle cose con la stessa candida incoscienza di un bambino, rendono la mostra davvero varia e gradevole.

L’unica cosa che non ho particolarmente apprezzato e che tra l’altro ho ritenuto un po in contrasto con i suoi metodi era che ci fosse ben poca se non proprio nessuna possibilità di toccare – manipolare – interagire con le opere. Infatti arrivati in una sala dove erano esposte diverse porte con i loro bizzarri campanelli (il tipo di campanello serviva a riconoscere l’identità o la professione del padrone di casa) la cosa che mi è venuta più naturale è stata quella di provare a “suonare” il campanello (che poteva essere strimpellare una corda di violoncello e tirare un enorma batacchio) sono stato malamente redarguito da una guardia…
Al termine del giro si può vedere un video con un intervista e poi prima di uscire una tappa al book shop che per l’occasione vende alcuni oggetti di design creati dal poliedrico artista (la maggior parte di essi a prezzi, ovviamente, a dir poco proibitivi).

Annunci

1 Response so far

  1. 1

    […] la mostra su Bruno Munari per il centenario dalla nascita alla Rotonda di Via Besana, ecco, sempre a Milano, un’altra mostra che ci dà […]


Comment RSS

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: