Puliamo il Mondo – 26-27-28 Settembre 2008

Puliamo il Mondo è l’edizione italiana di Clean Up the World, il più grande appuntamento di volontariato ambientale del mondo.

E’ un’iniziativa di cura e di pulizia, un’azione allo stesso tempo concreta e simbolica per chiedere città più pulite e vivibili.

Per raggiungere questo obiettivo serve l’impegno di tutti, cittadini e istituzioni. Serve una maggiore attenzione alla tutela del territorio e un impegno coerente e continuo nel tempo.

Con Puliamo il Mondo si recuperano numerosi luoghi dal degrado e si promuove una efficiente gestione dei rifiuti, una reale riqualificazione delle aree urbane e una più attenta valorizzazione degli ambienti naturali preservandoli dall’abusivismo edilizio e dalla cementificazione.

Per parteciparvi si può consultare dal sito ufficiale della manifestazione l’elenco di tutti gli enti che partecipano all’edizione del 2008, trovare quello più vicino e contattarlo per ritirare il kit e mettersi al lavoro.

A questa iniziativa possono partecipare chiaramente i bambini con le proprie famiglie, ma anche le scuole possono attivarsi per “pulire il mondo a scuola” e possono scaricare del materiale informativo che racconta della storia dei rifiuti, insegna a fare la raccolta differenziata a scuola e propone un’originale caccia al tesoro nella pattumiera.

“Comincia oggi – Salva il Domani “. Questo il claim dell’iniziativa mondiale

Un’unica nota critica: forse io sarò esagerato , però non mi piace molto che tra gli sponsor di iniziative di questo tipo vi siano grandi multinazionali che di etico hanno ben poco, in questo caso Eni Snam e UniCredit ( per Ikea non so..).
E’ vero che in questi grandi eventi, l’importante per catalizzare l’attenzione e ottenere grandi risultati è fondamentale raccogliere anche grandi donazioni, ma non mi fa molto piacere che mentre noi Puliamo il Mondo, questi colossi pensino di Pulirsi la Coscienza…

In ultimo, vorrei ricordare a tutti quanto sia importante partecipare a eventi come Puliamo il mondo, M’illumino di Meno o Oscurità Totale, piuttosto che alle varie proteste, come il recente sciopero della pagnotta. Ma ancora più importante è responsabilizzarsi sui problemi ambientali messi in risalto da queste manifestazioni agendo quotidianamente.
Come? Lo ricordiamo ancora una volta:
– facciamo la raccolta differenziata
– compriamo frutta e verdura sfusa e NON nelle vaschette di plastica o polistirolo
– acquistiamo i prodotti concentrati e salvaspazio o ancora meglio le ricariche
– privilegiamo i prodotti con imballaggi riciclati o facilmente riciclabili
– impariamo l’arte dell’autoproduzione
– beviamo l’ottima acqua del nostro rubinetto
– evitiamo prodotti usa e getta (per i neogenitori vedi la sezione sui pannolini lavabili)

E via così, si potrebbe proseguire ancora con le tantissime azioni che ognuno può fare per dare il suo piccolo grande contributo all’ambiente e, perchè no, alla qualità della propria vita!

Annunci

1 Response so far

  1. 1

    […] (Puliamo il mondo – Campionato di riparazione bici – Un Parco in Comune) […]


Comment RSS

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: