Fattorie Didattiche a porte aperte – 28 settembre 2008

Questo weekend è così ricco di eventi e iniziative interessanti che sinceramente, ad oggi, non saprei scegliere a quale di essi partecipare!

(Puliamo il mondoCampionato di riparazione bici – Un Parco in Comune)

Domenica 28 settembre torna la quarta edizione della giornata a porte aperte delle Fattorie Didattiche della Lombardia: una giornata di animazione per adulti e bambini con laboratori didattici, visite guidate ai processi di allevamento e coltivazione, produzione e trasformazione dei prodotti agricoli, visite alle cascine e ai loro animali, degustazioni, percorsi sensoriali e giochi.

Si potrà imparare o addirittura provare a produrre il formaggio, a raccogliere il miele dalle api, a fare il pane o il cioccolato, a mungere mucche e capre. Chi vuole conoscere più da vicino gli animali che vivono in fattoria può provare a dare il latte con il biberon ai vitellini o sperimentare il battesimo del cavallo.
Gli adulti potranno invece degustare e acquistare i prodotti di fattoria: salumi, formaggi, vini, miele, dolci e altro ancora.

Vista la grande effluenza è preferibile prenotarsi direttamente presso le aziende per assicurarsi la possibilità di poter partecipare alle attività proposte.

La mappa con tutte le informazioni sulla giornata è scaricabile dal sito www.buonalombardia.it oppure la si può trovare in distribuzione presso gli Spazi Regione, le sedi regionali di Terranostra, Agriturist e Turismo verde, presso le sedi delle Province, nei negozi Città del Sole e Natura e… e nei supermercati Natura Si della Lombardia.

L’obiettivo di questa giornata è quello di far riscoprire la natura ai bambini (soprattutto a quelli che abitano in città!) attraverso il contatto diretto con il mondo agricolo che li circonda. La terra, gli animali e il mondo agricolo rischiano di diventare infatti realtà troppo distanti dalla vita quotidiana.

E chissà che una semplice gita fuori porta non ci faccia scoprire le tante cascine che offrono prodotti sani e genuini tutti i giorni (non solo durante questi open day), presso le quali possiamo quindi acquistare direttamente frutta, verdura, miele, farina, vino e latte senza intermediari, così da ridurre la filiera e mangiare a km 0. Oppure che ci invogli a iniziare ad autoprodurre in casa pane, formaggio, pasta freca, gelato,…..
Insomma, con la scusa di portare i bambini in campagna potremmo imparare tante cose anche noi adulti!

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: