Razzismo, povertà, ingiustizia –> guerra

Le discussioni e riflessioni su quanto l’elezione di un presidente americano nero siano o meno un segnale di quanto il razzismo sia stato superato o di quanto ancora invece sia presente nella società, mi hanno riportato alla mente War, una canzone di Bob Marley tra le meno famose.

Non essendo un particolare fan di Bob Marley (si! ho i dread-locks ma non mi piace il reggae..) ho cercato in rete per la canzone e il testo e visto che lo trovo molto bello e significativo vi propongo un estratto della traduzione. (update– in realtà il video originale era questo http://www.youtube.com/watch?v=o1zcfWdajOU ma a volte youtube rimuove i video..  quindi ne ho trovato un altro meno simile..)

Finché la filosofia che considera una razza
superiore ed un’altra inferiore
non sarà definitivamente screditata e abbandonata
dovunque sarà guerra.

Finché non ci saranno più cittadini
di serie A e di serie B in ogni nazione
finché il colore della pelle di un uomo
non avrà più rilevanza del colore dei suoi occhi
sarà guerra


Finché i diritti umani fondamentali non saranno
ugualmente garantiti a tutti, senza riguardo per la razza
sarà guerra

E dico che fino a quel giorno
il sogno di una pace durevole, di essere cittadini del mondo
e il predominio della moralità internazionale
non resteranno che una pia illusione
da perseguire, ma che non sarà mai raggiunta
e ora ovunque è guerra, è guerra

(…)

Appena finito di leggere l’intero testo mi è venuto in mente un bel libro letto qualche anno fa in cui questi concetti vengono riproposti in una chiave molto più “elevata” di politica ed economia. Penso che si utile darvi una lettura per riflettere su molte delle questioni che assillano la nostra vita di occidentali ricchi e civilizzati.

Se non ci rendiamo conto dell’effetto delle nostre azioni quotidiane e non riflettiamo in modo onesto sulle questioni di razzismo, equità e redistribuzione delle risorse e della ricchezza non potremo ma arrivare ad una soluzione dei problemi del terrorismo, dell’immigrazione e della nostra sicurezza. Alzare i livelli di allarme, aumentare gli armamenti o ricorrere alla tolleranza zero non condurrà a nient’altro che ad un inasprimento della conflittualità sociale…

Annunci

1 Response so far

  1. 1

    […] La vera svolta ci sarà quando sarà del tutto normale avere donne e uomini di colore in posizioni di rilievo (e per merito, non per quote rosa o di qualsiasi altro colore imposte dalla politically correctness..). Quando notizie come questa non verranno più annunciate con tutto questo entusiasmo come non viene annunciata con entusiasmo l’elezione di un presidente alto o basso, biondo o castano, con gli occhi azzurri o marroni.. […]


Comment RSS

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: