Esperimento biodegradabilità MaterBi

E’ ormai da tempo che sono in circolazione coltelli e forchette usa e getta realizzati in bioplastica MaterBi e cerchiamo di utilizzarli il piu possibile in alternativa a quelli in plastica.  (a dire il vero cerchiamo di non utilizzare affatto posate usa e getta e per quando siamo in giro x escursioni e picnic ci siamo attrezzati con coltellini multiuso e posateria da campeggio!)

Sapevo quindi che essendo composti da biomais e non da plastica essi sono particolarmente rispettosi dell’ambiente grazie ad una veloce biodegradabilità.  Non sapevo però che il tutto durasse appena 45 giorni come citato dal libro  “Come salvare il mondo senza essere superman“.

esperimento coltello di plastica biodegradabileSiccome però sono curioso e mi piace andare a fondo nelle cose, non potevo non sperimentare io stesso il processo di decomposizione.  Ho quindi preso un bel vaso e ci ho messo dentro un coltello di plastica normale ed uno in biomais,  l’ho messo sul balcone esposto alle intemperie e al sole.   Ecco la foto dell’inizio dell’espermento!

Ora non mi resta che aspettare che la natura e gli agenti atmosferici facciano il loro corso.   Vi terrò aggiornati e alla fine, se tutto andrà bene, pubblicherò un piccolo video con le foto che periodicamente scatterò al processo in atto!

Annunci

3 Risposte so far

  1. 1

    Armido said,

    é molto interessante l’esperimento e attendo di osservarne gli sviluppi, ma vorrei integrare le tue informazioni con le mie: Le posate in mater-bi sono compostabili, in quanto hanno anche ricevuto il certificato OK COmpost, che indica la loro decomposizione in ca 90 giorni, secondo la norma EN 13432, ma in ambiente di compostaggio industriale, ovvero i siti di compostaggio intercomunali, dove si raggiungono livelli di temperatura (ca 80°) e umidità particolari che favoriscono il formarsi di batteri che agrediscono i materiali trasformandoli in Compost. Ritengo interessante il tuo esperimento, ma aggiungerei anche un pezzo di legno di uguale dimensione come paragone perchè penso che mancando le condizioni di compostaggio (temp. e um.) il periodo necessario per notare delle variazioni si possa considerare nell’ordine di mesi, più vicini all’anno che al trimestre, come si comporterebbe un pezzo di legno se fosse semplicemente esposto alle intemperie. Dovrebbe rimanere la consolazione che almeno si tratta di materaili provenienti da fonti rinnovabili.

  2. 2

    michele said,

    sono d’accordo con quello che scrive Armido. il compostaggio industriale avviente in condizioni di temperatura ed umidità controllate; cio permette di stabilire che le posate in 90 giorni vengono completamente trasformate in compost. se metti la tua posata nel vaso dei fiori, non puoi pensare che si disintegri alla stessa velocità con la quale si disintegrerebbe in un impianto di compostaggio.verrà sicuramente attaccata dai microorganismi e parzialmente biodegradata, ma molto probabilmente la ritroverai in gran parte intatta.

  3. 3

    equAzioni said,

    Grazie Armido e Michele per la vostra segnalazione.
    purtroppo credo anche io che sia giustissimo quanto affermate. Temo di essermi fatto prendere dall’entusiasmo e gia mi immaginavo di pubblicare un bel video di quelli con le foto tutte in sequenza che avrebbero mostrato per bene il processo di decomposizione del mio coltellino bio…
    Sarà anche per colpa della coltre di neve che per 20 giorni ha ricoperto il mio esperimento, sarà che un vaso sul balcone non contiene tutti i vermicelli e i microorganismi necessari al compostaggio ma è solamente esposto, parzialmente, agli agenti atmosferici, tant’è che ad esattamente 30 giorni dall’inzio assolutamente nulla sembra essere cambiato!
    Vorra dire che lascero comunque il mio coltello nel vaso ad oltranza ma mi sa che per constatare la velocità del compostaggio dovrò perlomeno ripetere l’esperimento buttandolne un’altro nella nostra compostiera. (non sarà compostaggio industriale ma dovrebbe cmq succedere qualcosa di piu) In tal caso credo che vi risparmiero il video..


Comment RSS

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: