24 Gennaio 2009: Bio-mercatino in Cascina Torchiera

biomercatino

Sabato 24 Gennaio dalle ore 10.30 fino a sera la Cascina Autogestita Torchiera ospiterà per la seconda volta il bio-mercatino delle autoproduzioni.

Un luogo di incontro e scambio tra piccoli produttori e cittadini, che vuole essere uno spazio dove concretamente si possa realizzare un’economia sostenibile, estranea alle logiche di profitto che vanno a scapito della salvaguardia dell’ambiente, delle produzioni locali e della biodiversità. Sostenibilità economica significa garantire un guadagno al produttore (non solo perchè ci fornisce un bene ma perchè è colui che porta con se la storia, la tradizione e il legame con il territorio) e ottenere prezzi accessibili per i consumatori, inferiori a quelli praticati dal nuovo business commerciale del biologico (il primo nemico del produttore consapevole).

Un luogo, quindi, dove fare la spesa coincida con il contatto diretto tra produttore e consumatore, scavalcando l’intermediazione commerciale e il sistema della grande distribuzione che genera costi senza preoccuparsi dell’impatto ambientale, della qualità del prodotto e tanto meno delle condizioni economiche di chi lavora nella filiera produttiva.
Concetti come sobrietà, decrescita, produzione sostenibile, consumo critico, assumono un preciso significato per tutti quelli che credono che possedere di più non sia necessariamente sinonimo di benessere, soprattutto se i  prodotti che ci portiamo a casa sono ottenuti in pessime condizioni ambientali e sociali.
Essere “critici” significa apprendere la storia del prodotto ed essere certi che sia lavorato con tecniche che rispettino l’ambiente e la salute di chi lo consuma e di chi lo produce. Significa anche ridurre i propri consumi a partire dai piccoli gesti quotidiani: riusare, riparare, riciclare e recuperare innanzitutto; la collettivizzazione dei beni come l’automobile, e l’utilizzo della bicicletta per gli spostamenti in città…la riduzione costante di spreco di risorse e la minor produzione di rifiuti.

Il mercato vuole essere anche un luogo di socialità e di scambio di conoscenze: vi si realizzeranno corsi tenuti dai produttori non più per raccontare ma per insegnare il loro mestiere, incontri di presentazione di libri o ricerche in tema, lezioni e laboratori. Per condividere questo sapere con chi ha voglia di cominciare ad autoprodurre per riscoprire il piacere di creare ciò che consumiamo.
All’interno del mercatino troverete bancarelle di alimenti biologici locali, formaggi, salumi e vini oltre che saponi naturali, oli, essenze, borse e vestiti.

Non perdetevi il workshop di panificazione, il pranzo e la cena…

Annunci

4 Risposte so far

  1. 1

    mammavale said,

    Ciao Francesca! Una piccola sopresa per te proprio qui: http://mammavale.wordpress.com/2009/01/25/premio-dardos/!
    Ciao
    Mammavale

  2. 2

    Gabriella said,

    Caspita, il sindaco di Milano ha appena minacciato di chiudere presto Torchiera… che tristezza!

  3. 3

    equAzioni said,

    grazie 100000000!!!! Mi ha fatto davvero piacere ricevere il tuo premio e ancora di più sapere il motivo per cui hai deciso di assegnarlo al nostro blog.

  4. 4

    equAzioni said,

    chiudere torchiera?????nooooooo….


Comment RSS

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: