La Mala Reputation – Georges Brassens

Io e Francesca abbiamo scoperto le canzoni di Brassens grazie alle meravigliose interpretazioni   di De Andrè. Questa canzone in particolare però è stata riarrangiata dalla Banda Bardò nel suo ultimo album.

Cercando in internet la versione originale siamo incappati in questa versione in spagnolo che ci piace ancora di più, percio ve la postiamo.

La cattiva reputazione

Nel mio paese senza pretese
ho una cattiva reputazione,
faccia quello che faccia è la stessa cosa
tutti lo considerano male,

io non penso arrecare nessun danno
volendo vivere fuori della massa
no, alla gente non gli piace che
ognuno abbia una propria fede,

tutti, tutti mi guardano male,
escluso i ciechi, è naturale.

Quando è la festa nazionale
io rimango nel letto allo stesso modo,
e la musica militare
non è mai riuscita a farmi alzare,

e poi nel mondo non c’è maggior peccato
che quello di non seguire l’abbandierato,
no, alla gente non gli piace che
ognuno abbia una propria fede,

tutti m’indicano con il dito,
escluso i “monchi”, voglio e non posso.

Se per strada corre un ladro
e dall’inferiore va un riccone,
lo sgambetto faccio al signore
e ho schiacciato il persecutore,

questa si che è una cavolata,
devo essere sempre io a fare la figura del fesso,
no, alla gente non gli piace che
ognuno abbia una propria fede,

tutti dietro di me a correre,
escluso gli zoppi, è da credere.

Non ho bisogno di sapere il latino
so già qual è il mio destino,
nel paese s’inizia a sentire,
morte, morte al villano vile,

io penso quindi di non fare nessun casino
col fatto che non va a Roma il mio Cammino
no alla gente non gli piace che
ognuno abbia una propria fede

Tutti verranno a vedermi impiccare,
escluso i ciechi e, è naturale.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: