22 Marzo – Giornata mondiale dell’acqua

acquaOggi 22 marzo viene celebrata in tutto il mondo la giornata mondiale dell’acqua.
Quale giorno megliore per riflettere sull’uso che facciamo di questa risorsa tanto preziosa, ma non inesauribile?

Ecco allora alcuni consigli per consumare meno acqua:
Acqua da bere: in bottiglia o del rubinetto?
L’acqua del rubinetto è potabile e buona e spesso nel caso di cattivi odori o sapori si rimedia semplicemente lasciandola riposare in frigorifero in una brocca di vetro

Lavatrice e lavastoviglie
• Fra i diversi modelli in commercio possono esserci differenze notevoli nel consumo di acqua: da 16 a 23 litri a lavaggio per le lavastoviglie e da 50 a oltre 100 litri a lavaggio per le lavatrice
• Selezionate il ciclo ‘economico’e fatele funzionare solo a pieno carico: azionando la macchina al massimo carico si risparmia acqua, oltre che energia
• Per lavare i piatti a mano conviene raccogliere la giusta quantità d’acqua nel lavello e lavare con quella. Ottimo sgrassante è l’acqua di bollitura di pasta e patate

In bagno
• Quando vi lavate le mani, i denti, quando facciamo lo shampoo o ci radiamo la barba, aprite il rubinetto solo per il tempo necessario
• Fate la doccia anzichè il bagno (si risparmia circa un terzo dell’acqua, che mediamente per riempire una vasca da bagno corrisponde a 150 lt!!)
• Comprate e applicate a tutti i rubinetti il frangigetto, un miscelatore di acqua che si acquista a pochi euro presso un ferramenta: sfruttando il principio della turbolenza miscela aria al flusso di acqua, e crea un getto più leggero, ma efficace. Un frangigetto richiede ”solo” 9 litri al minuto per la doccia.

Piante e giardino
Il momento migliore per innaffiare le piante non è il pomeriggio, quando la terra è ancora calda e fa evaporare l’acqua, bensì la sera, quando il sole è calato.
• Per terrazzi e giardini scegliete i moderni sistemi di irrigazione a micropioggia programmabili, che possono funzionare anche durante la notte, quando i consumi sono più bassi. Esistono anche gli irrigatori goccia a goccia, che rilasciano l’acqua lentamente senza dispersioni e con un utilizzo ottimale.
• Per innaffiare le piante in casa e sul balcone potete riutilizzare l’acqua che avete già usato per lavare frutta e verdura

Una manutenzione che non fa acqua
Un rubinetto che gocciola o un water che perde acqua non vanno trascurati; possono sprecare anche 100 litri d’acqua al giorno. Una corretta manutenzione o, se necessario, una piccola riparazione contribuiranno a farvi risparmiare tanta acqua potabile altrimenti dispersa senza essere utilizzata.  Una perdita di 90 gocce al minuto corrisponde a circa 4000 litri/ anno. Per controllare, puoi leggere il contatore alla sera prima di andare a dormire, non aprire i rubinetti tutta la notte e verificare il contatore il mattino successivo.

Non scaricate la responsabilità
Il 20% dei consumi domestici d’acqua finisce nello scarico del bagno. Ogni volta che lo azioniamo se ne vanno almeno 10 litri d’acqua. Non utilizziamo il WC come un cestino della spazzatura: adottiamo scarichi ”intelligenti”, quelli a pulsante il cui flusso si può interrompere o, meglio ancora, quelli a manovella (che purtroppo non si possono più installare….)

Un’aneddoto per chi non si scandalizza: durante il nostro viaggio in Australia e Nuova Zelanda in molte case dove siamo stati ospiti vigeva la regola  “If it’s yellow, let il mellow; if it’s brown, flush it down” che potremmo tradurre come “Se l’acqua è gialla, lasciala a galla; se è marrone, tira lo sciacquone”

Lavare la macchina
Troppo spesso ci curiamo di una carrozzeria splendente trascurando il seppur minimo rispetto per l’acqua potabile. Pensate che per il lavaggio dell’auto viene utilizzata acqua per circa 30 minuti, con un notevole spreco di circa 150 litri d’acqua. Bisognerebbe ricordarsi di utilizzare sempre un secchio pieno (vale lo stesso esempio fatto per lavare i piatti). Si potranno risparmiare così circa 130 litri di acqua potabile a ogni lavaggio e si eviteranno sprechi inutili.

Ricicliamo l’acqua
Raccogliete l’acqua piovana con delle bacinelle, potrete usarla per innaffiare le piante successivamente.
• Quando fate scorrere l’acqua in attesa che diventi calda, raccoglietela in una bacinella: potete usarla per innaffiare, lavare i pavimenti, etc.
•Quando lavate la frutta e la verdura usa una bacinella e lasciatela in ammollo, usate l’acqua corrente solo per sciacquare. L’acqua che avete raccolto nella bacinella può essere riutilizzata

Fonti: Altroconsumo

Articoli correlati
Un libro per i bambini: “L’acqua un bene prezioso – esperimenti facili e divertenti”

Annunci

3 Risposte so far

  1. 1

    Eliana said,

    ho postato anch’io una riflessione per la giornata mondiale dell’acqua…..
    credo che purtoppo la maggior parte delle persone non si rendano conto del bene prezioso che abbiamo…

  2. 2

    equAzioni said,

    eh si purtroppo ben pochi se ne preoccupano. e anche se tutti sono consapevoli che le guerre del futuro si combatteranno per l’accesso all’acqua, c’è ancora tanta gnete anche fra i nostri conoscenti che non riescono a lavarsi i denti senza chiudere il rubinetto…

  3. 3

    […] E chi (come anche noi) crede e sostiene che “L’acqua è un diritto, non una merce” è stato smentito dall’esito del Forum Mondiale di Instanbul chiuso proprio ieri durante la Giornata Mondiale dell’Acqua. […]


Comment RSS

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: