Come recuperare i pastelli a cera

Durante i laboratori per bambini dell’Officina dei Colori cerchiamo sempre di utilizzare materiali di recupero, per far capire ai bambini che a molti oggetti possiamo regalare una seconda vita, farli rivivere con un pò di fantasia.

Ma chiaramente non ci facciamo mancare anche gli strumenti e i materiali classici dell’arte, se no che officina dei COLORI saremmo?? E quindi tempere, acquarelli,  pennarelli….
Anche per loro prima o poi arriva il momento di essere buttati, ma per alcuni qualcosa ancora si può fare.

pastelli04

Nel nostro atelier avevo una scatola di piccoli pezzetti di pastelli a cera, ormai inutilizzabili perchè difficili da impugnare per le mani dei più piccoli. E così mi sono messa all’opera per recuperarli.

pastelli1

Questo weekend ho passato una buona oretta in cucina, armata di grembiule, presine, una teglia e veline da muffin. Davide tutto contento si pregustava con l’acquolina in bocca qualche dolcetto, ( 😆 )ma non riusciva a sbirciare: la cucina era off limits!

Innanzitutto ho “sbucciato” ad uno ad uno i pastelli togliendo la carta che li avvogle (uuuufffff, questo è il lavoro che porta via più tempo e soprattutto il più noioso!).

pastelli2
Ho riempito la teglia da maffin con le veline di carta (questa operazione non è essenziale ma in questo modo riuscirete a togliere i nuovi pastelli senza fatica; altrimenti vi consiglio comunque di usare una teglia apposta per quetso scopo. I pastelli a cera non sono tossici, ma portati ad alte temperature….insomma, non mi fiderei a ricucinarci dentro!!).
Poi ho separato i pezzi di pastelli distribuendo a mio gusto i colori nelle formine

pastelli4

e via, nel forno a 250°per 7 minuti.

pastelli3
Ho quindi messo in balcone la teglia a raffreddare per dar tempo ai pastelli di solidificarsi

pastelli5

e tadadadan……

pastelli03

Annunci

4 Risposte so far

  1. 1

    elisabetta said,

    ahahahah idea carinissima!!!!!!

    grazie!!!

    auguri di buona Pasqua!!!

  2. 2

    Non è solo carina…è geniale! Io anni fa avevo provato a fonderli in un pentolino e poi colarli negli stampini (dopo averli divisi più o meno per colore), ma le varie tonalità si mescolavano e alla fine venivano monocolore…questi sono molto più belli!!!

  3. 3

    equAzioni said,

    grazie!! con questa tecnica si ottengono “pastelli arcobaleno”!!i colori non si mescolano e strisciandoli sulla carta si hanno tanti colori e sfumature.
    e soprattutto trovo che siano ottimi per i bambini più piccoli: i pastelli a cera classici risultano davvero difficili da impugnare!
    provate anche voi e fatemi sapere dei vostri risultati…..

  4. 4

    ale said,

    fantastici fra!


Comment RSS

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: