Posts tagged comunicazione sociale

Lampadine ad incandescenza al bando!

ban the bulb

Si è vero c’è la crisi economica, ma è anche crisi energetica ed ambientale.  Quindi forse è il caso di raccogliere questo appello di GreenPeace e mettere al bando le lampadine a bulbo e passare alle lampadine a risparmio energetico.  Una piccola spesa in più oggi che si può rivelare un grosso investimento per il nostro futuro e quello del nostro pianeta.

Commenti disabilitati

Acqua, pesticidi e campi da golf

Da quasi due anni ormai, ci siamo trasferiti in un paesino dell’hinterland milanese dove è presente un campo da golf. Dobbiamo ammettere che fare delle belle passeggiate attorno al campo è davvero rilassante e lasciar vagare lo sguardo su quell’erbetta sempre verde e ben curata, quegli alberelli decorativi e quei graziosi specchi d’acqua con tanto di aironi e ranocchie è anche un piacere per la vista, spesso migliore di distese interminabili di risaie e campi di granoturco. Leggi il seguito di questo post »

Commenti disabilitati

Non votare – Le cose vanno già bene così come sono!

Non votare!  Le cose vanno già bene così come sono!
Non votare! Le cose vanno già bene così come sono!

Questo è il messaggio diffuso da cartoline, banner e poster che circolano in rete e non solo a pochi giorni dalle elezioni presidenziali americane.

E’ una sottile campagna di comunicazione sociale portata avanti dal sito ThingsAreFine che attraverso diverse grafiche in vecchio stile propagandistico fanno riflettere sulla situazione ambientale politica ed economica dell’america e del mondo intero (dalle proposte di trivellazione in Alaska, ai costi della corsa agli armamenti, dalla sudditanza nei confronti delle compagnie petrolifere all’ingerenza della Chiesa) . Leggi il seguito di questo post »

Comments (2) »

Vai a casa, leggiti un libro!

Ecco un bell’esempio di comunicazione sociale simpatica e di effetto (tra l’altro segnaliamo l’ottimo blog “Comunicazione Sociale“, che si occupa appunto di raccogliere molte delle “pubblicità progresso” di tutto il mondo).

Siccome siamo amanti della lettura (e della Nuova Zelanda..) non potevamo non segnalarvi questa campagna che è stata trasmessa dal Book Council NeoZelandese all’interno dei cinema alla fine delle proiezioni

Per chi ha la connessione troppo lenta e non riesce a vedere il video oppure per chi non sa l’inglese, in pratica dopo tutti i titoli di coda, dopo un po di nero escono le seguenti scritte:

Ancora qui?
Caspita!
Allora ti deve davvero piacer leggere.
Vai a casa
e leggiti un libro..

Commenti disabilitati