Posts tagged neonati

Bambini a bordo

Troppo spesso mi capita di vedere bambini portati in auto in modo non sicuro: tenuti in braccio, sul seggiolino mal posizionato, nella navicella non agganciata….

Ma i genitori in questione non sembrano rendersi conto del reale pericolo che corre il proprio bambino e l’unica grande preoccupazione sembra essere quella di non incrociare un vigile durante il tragitto in auto.

bimbisicuri

C’è un’unica semplicissima regola da applicare per viaggiare in tutta sicurezza: ogni volta che si occupa un posto a sedere su un veicolo dotato di cinture di sicurezza, è obbligatorio per tutti, conducente e passeggeri, utilizzarle e nel caso di trasporto di bambini di adottare i sistemi di ritenuta idonei (seggiolini o adattatori che devono essere omologati e di cui bisogna seguire attentamente le istruzioni riportate nel manuale di istruzioni fornito dal produttore).

Leggi il seguito di questo post sul NUOVO blog

Commenti disabilitati

Libri e lettura da 0 a 6 anni

Libri e lettura da 0 a 6 anni – Rita Valentino Merletti
€ 6,20, Pag 81
Ed. Mondadori – Infanzie Strumenti

Come dice Pennac in “Come un romanzo”, il verbo leggere non si coniuga all’imperativo.

Per leggere a/con un bambino non servono corsi nè lauree: basta l’amore dell’adulto per la lettura, la passione nel condividere una storia, un pò di tempo (ben investito!)e sì, anche un pò di esercizio. Perchè come ci spiega l’autrice, il leggere ad alta voce è un’arte che va praticata.

Leggi il seguito di questo post sul NUOVO blog

Commenti disabilitati

Dormi bambino Dormi (Estivill)

dormi-bambino-estivillDormi bambino dormi – Guida rapida al sonno dei bambini
Eduard Estivill
Super UE Feltrinelli 2002
Pag. 60 € 6

Dopo aver letto “Fate la nanna” eccoci a quest’altro libro sul metodo Estivill. Indubbiamente come guida è rapida, io l’ho letta in meno di due ore, sarà che non riuscivo a staccarmene se non per commentare allibito a Francesca alcune frasi particolarmente scandalose…

Per chi non lo conoscesse, Estivill è un medico di una clinica del sonno spagnola che ha elaborato un semplice metodo per insegnare ai bambini a dormire bene, o meglio per insegnare ai genitori come costringere i propri figli ad addormentarsi da soli e non rompere più le scatole per tutta notte...

La guida è rapida e i consigli sono semplici, anche perchè consistono semplicemente nel rifilare al bambino un pupazzetto, un disegno alla parete e qualche ciuccio e poi lasciarlo nella stanza al buio ad addormentarsi da solo. Che non gli venga in mente di piangere o dimenarsi perchè tanto i genitori dovranno ignorare qualunque suo comportamento “inadeguato”..

Leggi il seguito di questo post sul NUOVO blog

Commenti disabilitati

Una tovaglietta per il seggiolone

Quando arriva il momento in cui i propri figli imparano a mangiare da soli, per i genitori, son gioie e dolori!!
Già perchè se da una parte siamo contenti di vedere il nostro cucciolotto che impugna il cucchiaio portandolo alla bocca e quindi diventare grande e indipendente, dall’altra sappiamo che la cucina pulita e ordinata nel giro di qualche minuto si trasformerà in un campo di battaglia.

Loro ce la mettono tutta ma qualche cucchiaio manca la destinazione e a fine pasto spesso la stanchezza è tanta e la voglia di giocare…anche. E così il pavimento oltre al pavimento si fatica a riconoscere anche il seggiolone.

E visto che Ale è ancora piccolo per usare la tovaglietta che è già pronta per lui e di cui ho pubblicato un piccolo tutorial, ma soprattutto visto che è perfetta per quando mangerà seduto al tavolo, viste le dimensioni, ho pensato di preparare un’altra tovaglietta per l’occasione.

Leggi il seguito di questo post sul NUOVO blog

Commenti disabilitati

Per favore, non regalate: “Fate la nanna”

fate-la-nannaFate la nanna – il semplice metodo che vi insegna a risolvere per sempre l’insonnia del vostro bimbo
Eduard Estivill – Sylvia de Bèjar
Ed. Mandragora 1999
116 pg € 8

Poco più di 16 mesi fa mentre eravamo in libreria a fare le nostre solite scorte periodiche, abbiamo incontrato una conoscente e ci siamo fermati a fare quattro chiacchiere. Inevitabilmente il discorso è caduto sul parto imminente e sugli stravolgimenti che l’arrivo di un bimbo avrebbe portato nelle nostre vite. Ci trovavamo nel reparto Pedagogia e Libri per bambini, proprio davanti ad una pila di “Fate la nanna” e questa conoscente, vedendolo ne ha subito presa in mano una copia, dicendo che ce l’avrebbe regalata perchè bellissimo ed utilissimo. Nel frattempo, alle sue spalle una ragazza, che si è poi presentata come una educatrice di nido, ci lanciava occhiatacce e segni di diniego riguardo al libro in questione, che riteneva agghiacciante e deleterio. Alla fine nell’imbarazzo generale (anche noi avevamo sentito parlare, e male, di Estivill) , il libro è stato riposto nel suo scaffale…

Leggi il seguito di questo post sul NUOVO blog

Commenti disabilitati