Posts tagged risparmio

Schiscette contro la crisi

Saranno ormai 5 anni che quasi tutti i giorni mi porto al lavoro la cosiddetta “schiscetta”.

schiscetta ny

Ai non milanesi forse questo termine dirà ben poco, quindi mi spiego meglio, la schiscetta non è altro che il cestino per il pranzo.

No, nel mio caso non è il vecchio contenitore metallico usato dagli operai qualche decina di anni fa, e non è nemmeno il ricco Lunch Box che si vede preparare dalle premurose casalinghe americane per i loro mariti e figli in tantissimi film, è semplicemente un contenitore di plastica che abbia la tenuta più stagna possibile per evitare perdite spiacevoli nella borsa del pc in cui ho riposto qualche manicaretto preparato con le mie manine o da quelle della Frà ( è vero, il più delle volte sono avanzi della sera prima, però questo non toglie che siano avanzi deliziosi, economici e più salutari di qualunque panino o piatto pronto del bar sotto l’ufficio).

Leggi il seguito di questo post sul NUOVO blog.

Commenti disabilitati

Concorso “Vinci col riciclo”

recycle

Comieco (Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base di cellulosa) martedì 15 settembre ha dato il via ad un interessante concorso: ”Vinci col riciclo“!

Si tratta di un concorso vero e proprio con un regolamento ben definito, prove da superare, punti da accumulare e premi in palio!!

Il tutto per sensibilizzare tutti i cittadini, grandi e piccoli, sull’importanza di una corretta ed attenta raccolta differenziata.

Leggi il seguito di questo post sul NUOVO blog

Commenti disabilitati

22 Marzo – Giornata mondiale dell’acqua

acquaOggi 22 marzo viene celebrata in tutto il mondo la giornata mondiale dell’acqua.
Quale giorno megliore per riflettere sull’uso che facciamo di questa risorsa tanto preziosa, ma non inesauribile?

Ecco allora alcuni consigli per consumare meno acqua:
Acqua da bere: in bottiglia o del rubinetto?
L’acqua del rubinetto è potabile e buona e spesso nel caso di cattivi odori o sapori si rimedia semplicemente lasciandola riposare in frigorifero in una brocca di vetro

Lavatrice e lavastoviglie
• Fra i diversi modelli in commercio possono esserci differenze notevoli nel consumo di acqua Leggi il seguito di questo post »

Comments (3) »

La vita ridotta all’osso – Leo Hickman

Leo Hickman- La vita ridotta all’osso: Un’anno senza sprechi: le disavventure di un consumatore coscienzioso.

Ed. Ponte Alle Grazie pg 268 € 16

vitaridottaossoLeo Hickman è un giornalista del Guardian, fino a qualche anno fa non si era mai fatto più di tanti problemi a proposito del vivere etico. Un pò per sfida, un pò per scherzo e un pò per semplicemente per iniziare una nuova e particolare rubrica sul suo giornale, ha iniziato a porsi delle domande e a vedere come fosse possibile davvero per ogni singolo abitante del pianeta ridurre la propria “impronta ecologica”.

Ho comprato questo libro tra l’interesse e lo scetticismo, non capivo se era opera di un attivista intenzionato a raccontare con ironia le difficoltà quotidiane del vivere etico o di un giornalista senza scrupoli atto a screditare e ridicolizzare i consumatori consapevoli. Devo dire che il sottotitolo in italiano non aiuta, anzi è un po fuorviante e mi faceva pensare alla seconda supposizione. In inglese invece è un pò piu neutro “Il mio anno cercando di vivere eticamente” ma con decisamente meno appeal.

Inutile dire che ho letteralmente divorato le sue 268 pagine, e che in molte occasioni ho rivissuto gli stessi dubbi, le stesse conquiste e le stesse delusioni. Lo stile dell’autore è semplice e fresco, molto diretto e d’impatto, affronta ogni argomento con la giusta ironia e la dovuta serietà (d’altronde è un articolista di un prestigioso giornale londinese) e questo fa si che il libro risulti interessante sia a chi è già addentro a queste “pratiche” sia ai cittadini inconsapevoli della propria responsabilità verso l’ambiente.

La grossa pecca di chi cerca di diffondere le argomentazioni della sensibilità ambientale, del consumo critico e del vivere etico, solitamente è proprio l’arroganza da “illuminati” con cui si opera l’evangelizzazione, con la quale si cerca di fare proseliti (con scarsi risultati) oppure il fatto che il messaggio è rivolto e raggiunge solo persone che già lo condividono. Leggi il seguito di questo post »

Comments (1) »