Bottiglie sonore

Finalmente riesco a mostrarvi uno dei giochi che ho preparato per Ale in questi mesi: un set di bottiglie sonore. Sono adatte anche ai più piccoli e a 10 mesi rimangono uno dei suoi giochi preferiti.
E per chi si volesse cimentare sono semplicissime da preparare:

bottiglia1

Basta procurarsi un numero a piacere di bottiglie di plastica trasparente da 1/2 lt ( 5 o 6 saranno più che sufficienti).
E visto che avrete sicuramente riconosciuto la classica forma della bottiglia e letto il brand sul tappo rosso, ahimè, se riuscite a procurarvi delle bottiglie di questa marca sono ottime per lo scopo (io le ho “prenotate” ai vicini di casa che so che spesso gli capita di comprarne!).
La loro plastica spessa e dura non le rende particolarmente ecologiche, bensì ottime per essere scosse, sbattute, shakerate e schiacciate da piccole mani piene di forze ed energie. La maggior parte delle altre bottiglie da 1/2 litro invece hanno uno strato di plastica più sottile che si piega sotto la pressione delle dita e a furia di schiacciare rischiano di creare dei bordi, degli spigoli che si possono rompere facendone fuoriuscire il contenuto o comunque fare male quando il bambino, ancora un pò scoordinato, se le tira in faccia.

Già che si parla di avvertenze un’altra accortezza riguarda il tappo che deve essere sigillato con della colla attack: le bottiglie devono essere impossibili da aprire, anche per voi!! Essendo il contenuto piccolo diventerebbe molto pericoloso se ingerito dal piccolo.

E veniamo infine al contenuto delle bottiglie, su cui potete decisamente sbizzarrirvi:palline colorate, fagioli, azuki, lenticchie e altri semi (tutti secchi ovviamente!!), monetine, piccole chiavi, sassolini, conchiglie, acqua, magari colorata con qualche goccia di colorante alimentare,….

L’importante è che le trasformiate in una sorta di maracas e che quindi tutto ciò che vi mettete dentro, scosso, produca suoni e rumori. Potete anche pensare di prepararne in diverse “scale” e tonalità: oggetti metallici produrranno suoni più acuti, mentre altri oggetti avranno un suono più basso.

Il loro primo strumento musicale è pronto. Dopo averlo lasciato sperimentare mostrategli tanti modi diversi per suonarle: fatele rotolare, scuotetele a ritmo, rovesciatele lentamente trasformandole in una sorta di bastone della pioggia, sbattetele producendo il doppio suono (del contenuto e della plastica della bottiglia).
Il bambino imparerà presto che ad ogni movimento corrisponderà un diverso suono.

Annunci

8 Risposte so far

  1. 1

    sara said,

    bellissime!!immagino ale quanto si divertira’!!
    le facciamo anche noi al nido sai?
    siccome da programmazione c’era un laboratorio di musica, ma nessuno aveva pensato a come farlo, me lo sono inventata io.
    vera’ un mio amico chitarrista a suonare la chitarra e a farla vedere ai bambini, poi suoneremo con lui con piccli strumenti, e poi(anzi prima di tutto) costruiremo le maracasa, da tenere sempre al nido!
    sono molto orgogliosa di questo laboratorio, spero venga bene 🙂

  2. 2

    OOOhhhh ma che belle ^_^! Viene voglia di giocarci anche a me 😉

    PS: Stamattina ho comprato l’allume di potassio, tra l’altro a forma di “stick”, comodissimo…tra qualche tempovi saprò dire come mi trovo ^_^

  3. 3

    chiara said,

    Belle!
    io ne ho visto un’altra carina fatta coi tappi di plastica delle bottiglie.
    I tappi erano uniti a due a due (come una scatolina) e chiusi con la colla (a caldo penso) con dentro sassolini, riso, pastine (insomma ovviamente cose piccole).
    Le ‘scatoline’ di tappi erano poi unite tra loro ( sempre con la colla) e il risultato era un ‘bastoncino’ multicolore e musicale!
    Frase la sapevi già…

  4. 4

    ecomamma said,

    Ciao!
    noi le abbiamo fatte mesi fa con le bottigliette normali delll’acqua e ancora reggono!
    Ora Ricky ha quasi 16 mesi e si diverte un mondo.
    Ne abbiamo diverse, una con la pasta, una con il riso, una con il riso soffiato…
    Ma effettivamente mi sa che se capita mi faccio dare anch’io le bottigliette col tappo rosso, sono anche ergonomiche! 😉

    Ciao,
    Anna

  5. 5

    equAzioni said,

    ciao anna
    hai ragione, sono comode da impugnare per le loro manine!!
    vedrai, se ti sono durate tanto le altre, queste sono praticamente indistruttibili. cosa non particolarmente ottima per l’ambiente visto che sono poche le bottiglie che vengono trasformate in maracas….

  6. 6

    equAzioni said,

    sì, le usiamo anche negli asili nido dove lavoro!
    comunque ti devo fare i miei complimenti per la tua voglia di fare e per la passione che, si vede, metti nel tuo lavoro
    per lavorare con i bambini ce ne vuole davvero tanta e purtroppo invece mi è capitato troppo spesso di vedere tante persone che non si divertono, non si mettono in gioco…
    l’idea del concertino mi sembra ottima, vedrai, si divertiranno un sacco!
    certo, con i bambini più grandi ci sono più possibilità, ma anche al nido si possono fare tantissimi laboratori musicali, davvero belli! si può lavorare sul ritmo, sul rumore,….
    fammi sapere com’è andato!!

  7. 7

    equAzioni said,

    *anna
    bene, aspettiamo il tuo parere allora!!

  8. 8

    equAzioni said,

    No, non credo di averne viste fatte così, belle!!
    Con i piccolissimi starei su qualcosa di grosso e il più sicuro possibile a livello di chiusura, se no se ne posson fare un sacco, anche con il contenitore delle sorprese degli ovetti……


Comment RSS

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: